Defibrillatori in farmacia, decreto in Gazzetta

Fonte: Farmacista 33

Si aggiunge un ulteriore tassello alla trasformazione delle farmacie in un vero e proprio presidio sanitario sul territorio: si tratta del via libera all’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni nelle farmacie. È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto firmato dal ministero della Salute, di concerto con quello dell’Economia, che determina i criteri e le modalità di diffusione che riguardano l’utilizzo dei defibrillatori in ambito extraospedaliero, che d’ora in avanti potranno essere usati in strutture non sanitarie e da personale non sanitario adeguatamente formato da appositi corsi gestiti dalle Regioni. Il decreto, che prevede 8 milioni di euro per il triennio 2010-2012 da suddividere tra le Regioni, individua come idonei luoghi in cui si pratica attività sanitaria e sociosanitaria, ma anche in cui si pratica attività ricreativa ludica (come cinema o teatri) e sportiva, luoghi caratterizzati da elevati flussi di persone o che richiamano un’alta affluenza di persone, come alberghi, ristoranti, o stabilimenti balneari. In via prioritaria, infine, devono essere dotati di defibrillatori semiautomatici esterni a bordo i mezzi di soccorso sanitario a disposizione del sistema di emergenza territoriale 118, e i mezzi di soccorso appartenenti alle organizzazioni di volontariato, alla Croce Rossa Italiana ed al Dipartimento della Protezione Civile.