ecommerce-in-farmacia

e-commerce in farmacia con RIF RAF

L’ e-commerce che VENDE in farmacia

 

L’e-commerce è sempre di più, nell’immaginario comune delle PMI italiane, una reale opportunità di sviluppo alternativo del proprio business, che consente alle aziende di uscire dalla propria collocazione territoriale per posizionarsi al centro del mondo e poter ricevere ordini da un target di utenza più vasto e diversificato.

Anche nel settore farmaceutico la richiesta di portali di commercio elettronico è aumentata in modo sensibile negli ultimi due anni, parallelamente alla sempre crescente domanda di prodotti parafarmaceutici online (bellezza, prodotti per l’infanzia, integratori alimentari, omeopatia, alimenti per celiaci ecc. ecc.) e soprattutto in considerazione della prossima attuazione della direttiva europea sulla vendita online di SOP e OTC, che determinerà un ulteriore crescita del fatturato delle farmacie web.

La digital agency – naturale evoluzione della tradizionale web agency – Rif Raf srl, ai cui servizi di produzione di siti web si è aggiunto negli anni l’importante tassello della consulenza strategica e dei servizi di web marketing, ha scommesso oltre due anni fa che l’e-commerce fosse il futuro  prossimo del settore farmaceutico e ha portato avanti con importanti risultati il suo progetto OpenPharm, che oggi conta implementazioni in tutta Italia.

E’ importante comprendere quali siano gli elementi fondamentali che non possono mancare ad un e-commerce di successo, analizzando i quattro aspetti più rilevanti nello start di un progetto di commercio elettronico nel settore farmaceutico:

  • i prodotti
  • la gestione
  • il marketing
  • la consulenza

  ecommerce-in-farmacia

 

 

Un farmacia online presenta mediamente 50 tra categorie e sottocategorie con cataloghi prodotti che vanno dai 3000 elementi fino agli oltre 20 mila degli e-commerce più strutturati ed evoluti.

L’assortimento è importantissimo dato che gli ordini di un portale farmaceutico sono raramente composti da un solo prodotto, e ciò perché spesso gli utenti tendono a cercare di abbattere le spese di spedizione, ed è ovvio che un e-commerce che ha un importante assortimento ha più possibilità di convertire il bisogno dell’utente in ordini e, di conseguenza, in fatturato.

OpenPharm è pensato per collegare direttamente il sito e-commerce con i gestionali delle farmacie ed è stato già connesso con successo con molti dei più importanti software disponibili sul mercato come Infofarm.net, WinGesFar,  WinFarm e molti altri.

La possibilità di caricare direttamente il catalogo dei prodotti online con pochi click consente di ridurre in modo decisivo il tempo di realizzazione del progetto, sgravando da un onere pesantissimo lo staff della farmacia. Ogni scheda prodotto sarà collegata in automatico con la banca dati di Farmadati in modo da acquisire l’immagine e la descrizione disponibile.

Dunque, se si ha un numero significativo di referenze e la possibilità di procurarsi quelle non giacenti in modo veloce, il gioco è fatto. Ma se non si hanno tutte queste caratteristiche si è tagliati fuori?

Assolutamente no! Oggi i grandi distributori sono ansiosi di sviluppare accordi per mettere a disposizione dei farmacisti i loro magazzini ed in molti casi persino la logistica. Questo significa avere un numero importantissimo di referenze a disposizione a prezzi che in molti casi rimangono decisamente competitivi.

Anche in questo caso, il caricamento dei prodotti non avviene manualmente ma attraverso dei processi automatizzati che consentono di aumentare significativamente il numero delle proprie referenze senza dispendio di tempo.

 

Parliamo di prezzi

E’ importante domandarsi se sia così importante avere il prezzo più basso sulla maggior parte dei prodotti.

Forse non è così importante come si può pensare, e per comprenderne il perché dobbiamo approfondire il processo decisionale con cui il cliente medio decide il proprio acquisto.

Un potenziale cliente compie la propria scelta di acquisto sulla base di differenti parametri:

  • il prezzo
  • l’assortimento di prodotti
  • l’assistenza pre e post vendita
  • la fiducia trasmessa dal portale

 

Quando l’utente arriva su un portale attraverso una ricerca (diretta, attraverso i motori di ricerca come Google, o indiretta tramite portali di comparazione tipo TrovaPrezzi) comparerà sicuramente il prezzo con quello degli altri portali visitati, ma terrà anche conto degli altri fattori appena enunciati perché, sicuramente, anche gli altri aspetti sono assolutamente determinanti nel finalizzare la decisione di acquisto.

Ovviamente, un cliente fidelizzato attraverso attività di marketing e di customer care non comparerà neanche più i prezzi degli altri siti perché una differenza minima di costi non vale il “rischio” di cambiare portale e restare insoddisfatto.

La priorità è adattare la digital strategy alle caratteristiche della propria offerta, decidendo se si hanno le caratteristiche per puntare su prodotti di mass market o specializzarsi in alcune nicchie di settore che possono riservare importanti soddisfazioni su una certa community di utenti.

 

 

Le informazioni sui prodotti

Una delle criticità maggiori della vendita online è la distanza fisica dal prodotto desiderato. Un buon portale di e-commerce deve porsi l’obiettivo di superare la distanza tra acquirente e prodotto fornendo all’utente tutte le informazioni necessarie a fugare gli eventuali dubbi sull’acquisto.

Per i prodotti parafarmaceutici l’importanza delle foto è sicuramente minore rispetto ad altri settori come la moda, dove emerge l’esigenza di fotografare ogni dettaglio per mostrare tutte le caratteristiche del capo ma, certamente, avere una immagine di qualità all’interno della scheda prodotto è importante e tranquillizza l’utente sulla corretta individuazione del prodotto.

E’ chiaro che chi compra un prodotto di largo consumo e che ben conosce non si sofferma tanto sulla descrizione ed è spesso sufficiente un nome prodotto esaustivo per rassicurarlo sulla esatta corrispondenza del prodotto. In fase di start up del progetto, la nostra esperienza ci dice che le immagini e le descrizioni provenienti dalle banche dati sono più che sufficienti per la buona riuscita di un portale di e-commerce farmaceutico  ma , soprattutto per le immagini, nessuno ci impedisce di costruire nel tempo la nostra banca dati andando a recuperare le immagini mancanti per i prodotti che più ci interessano e costruendo descrizioni personalizzate per le categorie merceologiche che ci interessano di più.

 

E-commerce management: la gestione di un portale di e-commerce

Un progetto di e-commerce necessità di attenzione costante e di un management efficiente. Aprirsi alla vendita online significa dare vita ad una nuova attività che ha regole diverse da quelle della vendita tradizionale e che richiede l’individuazione di un responsabile di gestione.

L’E-commerce Manager si interfaccia con la digital agency definendo insieme il progetto dal punto di vista dei contenuti e dal punto di vista dell’integrazione con il sistema gestionale, nell’ottica della fatturazione e dell’evasione degli ordini. Il suo ruolo è di tipo strategico perché è chiamato ad individuare i settori in cui può godere di una particolare specificità o di una forte competitività sui prezzi, ma è anche di tipo organizzativo, in quanto dovrà coordinare il lavoro dell’amministrazione e della logistica controllando che il processo di spedizione degli ordini sia ottimizzato sul piano dei tempi.

Non deve essere sottovalutata l’attenzione alle logiche della customer satisfaction e, in questo senso, diventa importante destinare part time o full time una risorsa all’helpdesk. Quest’ultima può sembrare un’attività estremamente dispendiosa sul piano temporale ma in realtà si rivela molto lucrativa in quanto fidelizza l’utente in modo decisivo al portale.

Esistono molti strumenti per l’helpdesk: molti usano whatsapp e Facebook Messenger, altri preferiscono utilizzare strumenti di messaggistica da installare direttamente sul sito che consentono agli utenti di chiedere delucidazioni sui prodotti prima di acquistarli o di ricevere feedback in tempo reale sui proprio ordini o su altre questioni amministrative.

Con la crescita dei volumi in termini di fatturato diventa fondamentale dare supporto via email – e in molti casi anche telefonico – con un incremento del livello di attenzione che deve essere naturalmente giustificato da un incremento in termini di indotto.

Una cosa è importante quando si parla di management e prima ancora di parlare di strategia:

l’e-commerce non è un investimento a basso budget per sfuggire alla crisi. Investire nell’e-commerce significa avviare un’attività diversa dalla propria, assolutamente a se stante che richiede investimenti progressivi ma importanti in termini di risorse e di marketing sul web.

 

La strategia digitale

Fare un sito web senza pianificare una strategia digitale di diffusione del proprio brand non ha senso. Il vostro bel sito resterà un segreto tra voi e la digital agency che lo ha costruito.

Per comprendere quali siano gli strumenti che concorrano a creare una strategia digitale di successo dobbiamo partire dall’importante distinzione tra volontà consapevole e volontà latente.

Ci sono utenti che sanno già cosa vogliono e sono determinati ad acquistarlo: in questo caso parliamo di volontà consapevole che si esprime attraverso la consultazione di un motore di ricerca per trovare il prodotto di proprio interesse. Tra i primi risultati dei motori di ricerca troviamo i link sponsorizzati (per esempio i link sponsorizzati di Google AdWords) e  il link alle migliori offerte per quel prodotto o marca su TrovaPrezzi.

L’utente non fidelizzato da uno specifico portale consulterà i link suddetti finendo per effettuare la sua scelta sulla base delle indicazioni di cui abbiamo parlato prima.

Ci sono, invece, casi in cui desideriamo un determinato prodotto ma finiamo per non concretizzarne mai l’acquisto, distratti da altre priorità. La sollecitazione di quella volontà latente è una delle caratteristiche tipiche delle campagne di advertising sui Social Network, che consentono di catturare l’attenzione di un potenziale cliente attraverso un post sponsorizzato mentre, magari, è intento a chattare con un amico, con l’intenzione di determinare in lui la decisione di procedere, magari in un secondo momento, all’acquisto.

 

Un digital partner affidabile

Non basta fare un bel sito! Una bella macchina ha bisogno del carburante che viene fornito da una corretta comunicazione sui diversi canali offerti dal web marketing e dalla proficua gestione dei budget in termini di advertising. L’esperienza maturata nella gestione di progetti di e-commerce farmaceutici e un piattaforma software collegata ai principali gestionali per farmacie rendono OpenPharm la soluzione ideale approcciare il mondo dell’e-commerce affiancati da un partner competente ed affidabile.

 

E’ arrivata l’ora di sostituire le tue lance spuntate
con le NUOVE ARMI che ti consentiranno si sviluppare le vendite!

 

Vuoi saperne di più sul sistema iPharma™? 

 

==> Contattaci <==