!Copyrights: i loghi e le insegne presenti nel sito sono il risultato di un disegno originale ideato dalla Sartoretto Verna srl e come tali sono protetti dal diritto d’autore. E’ vietata la riproduzione anche parziale senza apposita autorizzazione scritta. Ulteriori informazioni.

loghi Uno spazio chiamato Farmacia, loghi e simboli in Farmacia

La stessa farmacia può essere vista e giudicata in cento modi diversi.

Ognuno vede ciò che conosce. Così il farmacista vede prodotti, posologie, novità o servizi, come l’esperto di category osserva l’ampiezza dei settori merceologici  in rapporto alla redditività ottimale per metro lineare. Così l’architetto vede la struttura, i volumi ed i materiali, come il commercialista valuta le spese in relazione al volume d’affari. Così l’esperto illuminotecnico giudica luci, atmosfere, colore, come l’esperto in visual merchandising osserva la sistemazione dei prodotti nei ripiani. L’elenco potrebbe essere lungo: lo psicologo per il comportamento del pubblico nell’ambiente, il sociologo nel valutare il servizio ricevuto ecc.

E’ compito del farmacista manager documentarsi, raccogliere opinioni, amalgamare il contributo di ogni esperto in ogni settore e scegliere tra le mille variabili possibili quella che interpreti meglio il proprio personale modo di essere farmacista oggi.

Negli ultimi dieci anni il mondo ha subito un’accelerazione in tutti i settori che ha spazio farmacia05 Uno spazio chiamato Farmacia, loghi e simboli in Farmaciadestabilizzato tutti i parametri fino ad allora conosciuti.

La comunicazione, l’informazione viaggiano a ritmi così veloci che non c’è da stupirsi se mentre si discute su un problema, in qualche parte del mondo quello stesso problema è già stato superato e si è già andati oltre.

La consapevolezza di questo rischio, il timore di restare indietro, di non condividere in tempo questo “andare oltre” è fonte di stress, perché la sensazione diffusa è quella di dover sempre rincorrere qualcosa o qualcuno.

Non a caso è cresciuto il valore del tempo.

La Sartoretto Verna proprio quest’anno festeggia i suoi 40 anni dedicati esclusivamente alla farmacia. Il primo progetto risale al 1965 a Torino ed ha un nome e cognome: Farmacia S. Rosalia – dott. Vassarotto. Da allora tre generazioni hanno condiviso le trasformazioni della farmacia fino ai giorni nostri, cercando sempre di  proporre un “sistema farmacia”, risultato di impegno e ricerca costante, svolto sempre ai massimi livelli.

Il passaggio della farmacia da luogo di esclusiva dispensazione di prodotti di cura a graduale e sempre maggior luogo di vendita di prodotti di benessere, deve tenere conto del grado di soddisfazione del cliente. Il prodotto in sé non otterrà più da solo il favore dell’acquirente, fondamentale sarà anche la percezione che si avrà di esso.

Non sarà sufficiente mettere la merce negli scaffali per fare merchandising, né prolungare la permanenza dei messaggi per ottenere una corretta comunicazione.

spazio farmacia06 Uno spazio chiamato Farmacia, loghi e simboli in FarmaciaSempre di più il commercio è una concorrenza basata sull’immagine, una gara di seduzione che passa attraverso suggestioni psicologiche: visive, uditive, olfattive. E’ una gara di marketing che non si disputa solo su schermi o pagine di riviste, ma anche nello stesso luogo di vendita.

Una comunicazione interna dinamica come valore aggiunto del prodotto, del servizio, della vendita.

Spazi che rendono il prodotto un oggetto accessibile e da godere. Luoghi che trasmettono impressioni seducenti e regalano esperienze indimenticabili. Architettura che comunica  la personalità del servizio, servizio che non esita a ridefinirsi ogni volta nuovo, seguendo nuovi impulsi e nuove tendenze.

Come si possono tradurre i messaggi di un servizio nel linguaggio tridimensionale dell’architettura e della scenografia? Come si trasforma il marketing in un luogo emozionale che rifletta sogni, benessere, nostalgie? Come amalgamare lo spazio fisso, strutturale con lo spazio dinamico, d’arredo per creare immagini che favoriscano le vendite?

Sono tutte domande con le quali noi ci confrontiamo da tempo, come progettisti di farmacie, nel senso più completo e moderno del termine. Domande alle quali offriamo alcune interessanti risposte nell’ambito della nostra presentazione alla fiera Cosmofarma 2005 a Bologna.

Dietro ogni acquisto c’è un atto di cultura che il cliente si aspetta di ricevere dal proprio farmacista, raggiungiamolo insieme.

Articoli correlati:

Comments are closed.

Contattaci adesso e scopri il Work in future!

Compila il form online o chiama le nostre sedi di Roma e Torino