Mobili di luce: la scelta del plexiglass

Mobili di luce: la scelta del plexiglass

Il Plexiglass è un polimero sintetico sviluppato nel 1928 in vari laboratori americani e messo in commercio nel 1933 dalla compagnia tedesca Röhm (GmbH & Co. KG). Per le sue caratteristiche di trasparenza, resistenza ed isolamento termico fu utilizzato immediatamente nelle cabine di pilotaggio degli aerei militari. In seguito venne impiegato sempre di più per parti di automobili, aerei, navi; iniziarono anche le applicazioni nel campo sanitario come le dentiere, le lenti, protesi… 
Ai giorni nostri tantissimi oggetti della vita quotidiana sono creati con questo materiale in quanto la sua lavorazione è paragonabile a quella applicata al legno, e questo permette di creare velocemente forme e pannelli senza dover ricorrere a strumenti particolarmente sofisticati.

Iplexiglass ha una struttura simile alla plastica che gli conferisce il giusto compromesso tra elasticità e robustezza (a patto di usare spessori consistenti). Il colore è inconfondibile e molto diverso dal vetro (che all’aumentare dello spessore perde di luminosità e oltre al peso eccessivo prende una colorazione che passa dall’azzurrino al verde). 
Il plexiglass (e tutte le sue repliche a base di metacrilato) mantiene immutata la sua trasparenza anche con spessori vicini al centimetro, creando giochi di riflessi e colori. 
Queste sue caratteristiche hanno fatto sì che il plexiglass entrasse a far parte dei materiali preferiti da designer ed architetti nella realizzazione di oggetti e linee di arredamento.

LSartoretto Verna, sempre all’avanguardia nel campo della ricerca di nuove forme e materiali ha introdotto i metacrilati come materiale di luce.
L’idea è quella di rendere il prodotto sempre più vicino al consumatore e meno inserito in una teca rigida. I metacrilati fanno trasparire la luce che si diffonde uniformemente sulle superfici.
L’oggetto più illuminato è messo in evidenza e sembra galleggiare invitando il consumatore ad appropriarsene. Sono stati fatti molti studi sulle luci ed i colori e l’influenza che questi determinano sui consumatori. Lo stress di tutti i giorni, la velocità con cui si fanno sempre più rapidamente gli acquisti necessitano atmosfere soffuse di luci che non abbagliano, di immagini che non confondono.
Il metacrilato diviene così il materiale pìù adatto alla scopo.

All’interno le gondole in metacrilato su ruote sono leggere e creano isole colorate posizionate al centro del locale od in punti strategici. Sono elementi a doubleface con 5 piani per lato uno di base in acciaio inox e 4 in metacrilato trasparente a vaschetta portaprezzi, inclinabili di profondità degradanti. 
Fianchi e calotta in metacrilato opaco con illuminazione e testi e/o loghi di comunicazione. Gli espositori sono scorrevoli su ruote ed aggregabili.


Gli espositori ®Ral System1 con fianchi retro-illuminati impreziosiscono l’Etico o la cosmesi. Il sistema si è evoluto con nuovi materiali per consentire l’illuminazione omni-direzionale dei prodotti. La fonte luminosa viene ora condotta fino al fronte espositivo diventando richiamo e comunicazione per il consumatore. Schermi multimediali ultrapiatti completano uno strumento di vendita evoluto, innovativo ed efficace.

I banchi mono-postazione illuminati in bianco e blu di ®Ral System 2 attraggono nei settori focali evidenziando il category del prodotto e diventando nel notturno punti interessanti. Il banco diventa attivo strumento di comunicazione connesso con il motore hardware della Farmacia.

Nelle vetrine boschi di Bamboo in metacrilato trasparente che cambia colore attraggono i passanti, incuriosiscono dalle macchine di passaggio, diventano vetrina stagionale.
L’idea viene dalla natura: i ®Ralboo trasparenti illuminati con leds cambiano colore e sono regolabili in intensità e velocità di cambiamento. Il basamento ha un perno che permette di roteare il bamboo e di non farlo rimanere rigido, i prodotti si possono esporre sulle foglie in metacrilato anch’esse posizionabili a piacere. 



Warning: mysql_num_fields() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /wordpress/wpns/wp-includes/wp-db.php on line 3096