Sistema aperto

Sistema Aperto

Parliamo di arredamento nel senso più ampio del termine. Molti diranno “Non mi interessa” ma sbagliano. Anche se l’arredo l’hanno rinnovato da poco, non possono trascurare le novità. Oggi il mercato è così, in tutti i settori. Dopo aver fatto ricerche, selezioni, scelte, scoprite poco dopo che il prodotto acquistato è già stato migliorato, che certe “innovazioni” sono già obsolete. Viceversa se si attende “l’ultima novità” si rimane in situazione di stallo perenne, perdendo tempo e preziose occasioni.

Non c’è alternativa, è il consumismo che si alimenta delle sue stesse ceneri, ora però in dimensioni planetarie. La velocità delle informazioni è tale che sta modificando i nostri costumi (e consumi) e quella dei nostri clienti e quella dei vostri clienti. Ogni cliente-consumatore si aspetta dal suo Farmacista un qualcosa di diverso, non sa nemmeno lui di preciso cosa, ma lo spera almeno allineato a tutto quello che “ruota attorno a lui” per usare uno slogan pubblicitario di moda. La risposta spesso non è adeguata, c’è spesso una differenza evidente tra la professionalità della farmacia che qui tra queste righe non è mai assolutamente messa in dubbio e quanto appare, dalla sistemazione dei prodotti negli scaffali, alla visibilità dei reparti, dall’illuminazione all’atmosfera generale dell’ambiente. La Sartoretto Verna investe ogni anno il venti per cento dei suoi utili in ricerca. 

Ricerca cioè sistemi, strumenti, modi per dare risposte le più allineate possibili alle richieste contemporanee. Ad esempio a quali domande? Una su tutte: fare una farmacia forte continuando a farla sembrare una farmacia. E per forte non parliamo del suo fatturato o della superficie, anche se possono essere una diretta conseguenza, ma della sua credibilità. Dove cioè la professionalità e passione del Farmacista, uno staff preparato e motivato, il corretto ordine dato ai prodotti  negli scaffali, una puntuale informazione data ai settori ed ai servizi, una efficacie illuminazione ed una atmosfera accattivante riescono a trasmettere un senso compiuto della propria attività in forma contemporanea. Perché non sembri né una profumeria, né una erboristeria, né una sanitaria od un supermercato, ma nulla altro che una farmacia del terzo millennio.

Nella nostra “mission” aziendale questa farmacia è sempre ben presente e tutte le nostre risorse convergono nel proporre un sistema globale di attrezzatura e quindi di lavoro che né sia il più fedele interprete. Queste linee di arredo, chiamate Ralsystem 1,2,3, completamente diverse tra di loro perché rivolte a settori merceologici diversi, sono state studiate per poter convivere assieme, anche in piccoli ambienti. Come suggerisce oggi il visual merchandising il cliente deve poter trovare il prodotto sul ripiano e, lo stesso con la sua precisa informazione. Non più quindi batterie di piani tutti eguali con prodotti anonimi, ma prodotti protagonisti.

Per sistema aperto intendiamo un’attrezzatura che da una configurazione minima, può nel tempo crescere e trasformarsi, adeguandosi alla crescita e trasformazione della farmacia.Solo nell’ultimo anno sono state presentate a Roma a Cosmofarma  oltre 30 novità sulla produzione in corso, tutte integrabili con le linee consegnate negli ultimi dieci anni; altre seguiranno il prossimo maggio a Bologna a Cosmofarma 2005. L’attrezzatura fa parte del progetto, il progetto fa parte del sistema, il sistema è la vostra farmacia. Poiché  è tramite l’attrezzatura che Voi dialogate col vs. cliente ed il vs. cliente vi riconosce tramite l’ambiente. Perché non darne il dovuto peso?

Il nostro concetto del “su misura” non avviene fuori dal mobile per tamponare un angoletto dando al cliente la sensazione del saturo, ma nel mobile per dare al Farmacista un ventaglio di variabili.
Pensate ad esempio ai nostri timpani in vetro colorato che identificano i mobili delle linee Ral2 e 3, possono essere solo nota di colore per identificare un settore, ma possono contenere un logo od una scritta per far riconoscere una ditta od un reparto, possono avere un’immagine magari della vostra città o della vs. storia, ma possono avere un video, da cui trasmettere gli spot dei prodotti esposti o le informazioni che volete dare al vs. cliente o monitor di controllo a circuito chiuso, e chissà domani il vs. cliente prenderà la penna ottica, la passerà sul prodotto che ha preso in mano e da quello stesso schermo riceverà tutte (o quasi tutte) le informazioni che le servono. I nostri sistemi sono già pronti. Work in future.

– Foto 1 Dottori Candido e Marino Panarese – Sarno (Sa) Due generazioni, stessa passione

– Foto 2 Farmacia Internazionale – Napoli Continuità tra antico e moderno

– Foto 3 Farmacia Gatti – Pieve del Cairo (Pv) Il futuro e’  il nostro passato

 



Warning: mysql_num_fields() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /wordpress/wpns/wp-includes/wp-db.php on line 3096