super-ammortamento-arredi-f

Fino al 31 Dicembre 2018 per detrarre gli Arredamenti al 130% con il Super Ammortamento (installazione fino a tutto Giugno 2019)

Fino al 31 Dicembre 2018 per detrarre gli

Arredamenti al 130% con il Super Ammortamento

(installazione fino a tutto Giugno 2019)

 

super-ammortamento-arredi-f

 

articolo di Franco Lucidi dello Studio Associato Bacigalupo – Lucidi e Sediva Srl

Stando all’attuale bozza del DDL di Bilancio 2019 in discussione al Senato, con il 2018 dovrebbe concludersi – in mancanza di proroghe dell’ultima ora – il super-ammortamento (quello con la maggiorazione al 130%), mentre proseguirebbe l’iper-ammortamento (quello con la maggiorazione al 250% ma solo per gli investimenti in chiave “Industria 4.0”: il robot per intenderci) non più nella versione precedente a maggiorazione “secca” al 250% ma “rimodulata” in funzione del volume degli investimenti: 250% fino a 2,5 milioni di euro; 200% oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro; 150% oltre 10 milioni per svanire infine sulla parte eccedente i 20 milioni di euro.

Come è facile intuire, dunque, per la stragrande maggioranza delle farmacie in sostanza non cambierebbe gran che. A fronte della soppressione del super-ammortamento dovrebbe tuttavia giungere una mini-imposta sul reddito (al 15%) per le quote di utili destinate in investimenti di beni strumentali materiali nuovi e assunzioni di personale dipendente anche a tempo determinato.

Nell’attuale testo del DDL, peraltro, l’agevolazione è riservata espressamente alle sole società di capitali (riguarda infatti soltanto l’IRES) ma la misura dovrebbe essere estesa a tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, per evitare l’accusa di “aiuto di stato” [notoriamente precluso dalle norme comunitarie] da parte dell’Unione Europea.

Tornando al super-ammortamento, ricordiamo che possono accedere al beneficio – che, ribadiamo, riguarda tutti i beni strumentali materiali nuovi al di fuori dei veicoli aziendali a deducibilità limitata (autovetture, moto, ecc.) – anche le imprese che hanno perfezionato l’ordine e corrisposto un acconto del 20% entro il 31/12/2018 pur laddove la consegna del bene sia effettuata oltre tale data ma non oltre il 30/06/2019.

Su questi argomenti non mancheremo di tornare non appena il DDL di bilancio avrà assunto la sua forma definitiva ma nel frattempo – se verrà confermata la fine dell’agevolazione – è opportuno fare mente locale al più presto sulle esigenze della nostra farmacia.

Per maggiori informazioni contattaci ORA